Alimentatore ricaricabile per effetti. Sanyo Eneloop Pedal Juice.

Alimentatore ricaricabile per effetti. Sanyo Eneloop Pedal Juice.

Home » Suoni della chitarra elettrica. » Alimentatore ricaricabile per effetti. Sanyo Eneloop Pedal Juice.

Alimentatore ricaricabile per effetti. Sanyo Eneloop Pedal Juice. 

L’alimentazione dei nostri scatolotti colorati e la loro gestione in pedaliera sono un tema che richiama sempre tanti chitarristi. Parallelamente alla crescita del numero di pedali sotto i nostri piedi crescono anche i problemi legati a come alimentare la catena effetti in maniera pratica ed efficace, possibilmente anche economica o perlomeno con una spesa non sovradimensionata alle nostre esigenze.

Sanyo con il suo Pedal Juice, alimentatore ricaricabile basato sulle batterie al litio Eneloop di loro produzione, entra nel mercato degli alimentatori per effetti con un prodotto davvero eccezionale!

sanyo eneloop pedal juice alimentatore pedali a batteria

Come funziona e come è fatto.

Il Pedal Juice di Sanyo, in vendita da circa 4 anni ormai, è un alimentatore a batterie ricaricabili. Con i suoi 9 Volt di uscita il Pedal Juice può essere utilizzato con quasi tutti i pedali in commercio e con i 2000mA (milliampere) massimi che butta fuori possiamo alimentare più pedali contemporaneamente.

Il cuore di questo alimentatore sono le batterie ricaricabili Eneloop che permettono l’erogazione in corrente continua; praticamente è come se alimentassimo ogni singolo pedale con la batteria da 9 Volt. Il vantaggio in termini di praticità è subito evidente, così come lo è con qualunque altro alimentatore: non dobbiamo cambiare le pile di ogni effetto. In termini di efficacia, escludendo alimentatori high-level, l’utilizzo di corrente continua elimina ronzii e rumori di fondo dati dagli alimentatori non stabilizzati o comunque non progettati ad hoc per questo scopo.

Fornisce fino a 50 ore di corrente per un singolo pedale e molte ore in una configurazione più articolata. Si ricarica tramite collegamento alla rete elettrica e i tempi sono molto rapidi, massimo tre ore per la carica completa.

Iscriviti al canale YouTube.

Ricordati di attivare le notifiche!

È dotato di un pulsante di accensione/spegnimento. Ha un led che ha seconda della colorazione ci informa sulla quantità di carica residua. Sono presenti due uscite per collegare i cavi che andranno ad alimentare i pedali; la polarità è con negativo al centro, standard per quasi tutti gli effetti. Ovviamente c’è anche l’ingresso per collegare il cavo di ricarica. È grande circa quanto un pedalino Boss, quindi facilmente posizionabile in pedaliera, altro punto a suo favore.

alimentatore ricaricabile_sanyo_eneloop_caratteristiche

Viene fornito con 5 cavetti per collegare i pedali e un cavo per invertire la polarità di quei pedali che necessitano di polarità positiva al centro, esempio l’Ibanez TS-808. Dei cinque cavi a disposizione possiamo usarne solamente due contemporaneamente; significa che se abbiamo necessità di collegare più di due pedali avremo bisogno di una “daisy-chain” acquistabile separatamente. I cavetti non utilizzati sono forniti come back-up.

La “daisy-chain” è un cavetto con un connettore da inserire nel cavo in uscita dall’alimentatore e più connettori da collegare ai pedali. Sotto un’immagine di esempio. Puoi acquistarla qui. 

daisy_chain

Quanti e quali pedali possiamo alimentare.

La quantità e tipologia di pedali che possiamo alimentare cambia di pedaliera in pedaliera. Ogni singolo pedale ha un suo assorbimento energetico, solitamente questa informazione è riportata sotto il pedale o nel manuale di istruzioni; a volte segnata in ampere più frequentemente in milliampere. Il Pedal Juice butta fino a 2000mA (milliampere): questo vuol dire che se avete pedali che assorbono 600mA l’uno potrete collegarne fino a 3 contemporaneamente.

Iscriviti alla Newsletter!

Mi prendo cura della tua email.
Odio lo spam quanto te!
La mia filosofia di Newsletter.

Vi riporto qui sotto una stima media di assorbimento di pedali collegati singolarmente e la durata dell’Eneloop Pedal Juice.

  • Distorsioni, Overdrive, Compressori, Booster assorbono mediamente tra i 10mA e 20mA. Abbiamo le circa 50 ore di operatività.
  • Effetti analogici come Phaser, Flanger, Chorus e Delay assorbono mediamente dai 20mA ai 50mA. 30 ore di attività circa.
  • Pedali digitali come Delay, Riverberi assorbono mediamente tra i 50 e 70mA. 25/30 ore di durata.
  • Altri pedali digitali con assorbimento tra gli 80 e 150mA. 15/20 ore di autonomia.
  • Pedali che assorbono 100mA circa 17 ore, con 300mA circa 7ore e con 1000mA circa 2ore.
  • Con tre pedali tipo Overdrive, Chorus analogico e Delay digitale in catena abbiamo un consumo di circa 80/100mA e autonomia per circa 15-20 ore.

Conclusioni da Guitazero.

Vi dico subito che io ne ho due e mi trovo molto bene. Non uso molti pedali quindi questa soluzione per me è perfetta. Mi è capitato di arrivare a un soundcheck con già il led sulla colorazione arancione e dimenticarmi di metterlo in carica prima del live: ho fatto tutto il concerto senza problemi.

Il suo prezzo oggi è tra i 60 e 70 euro. Lo avevo pagato circa 50 euro un paio di anni fa. Ho notato che spesso viene venduto a molto più, trovato anche sopra le 100 euro e mi sembra esagerato. Non è disponibile presso tutti gli store online e negozi, però pur di averlo non accettate di pagarlo più del dovuto. Lo trovate comunque su amazon al prezzo di mercato, ecco uno dei rivenditori link.

Con il mio Delay digitale, il buon vecchio Boss DD20, non lavora benissimo ma non è un problema del Sanyo Eneloop Pedal Juice. Il DD20 è digitale e progettato diversamente da pedali più semplici; rimane l’unico tra i miei effetti con cui ho riscontrato un problema. Quindi se avete pochi e semplici pedali, senza paura, buttatevi sull’alimentatore ricaricabile Sanyo Eneloop Pedal Juice!

Per acquistarlo da amazon: link

Per acquistare la daisy-chain per collegare più pedali: link

Ti è piaciuto questo articolo?

Fammelo sapere! Con un like alla pagina facebook o condividendo l’articolo sul tuo social network preferito, mi aiuti così a far crescere questo blog. Grazie!

…e se hai qualcosa da dire, puoi lasciare il tuo commento qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

finetunes rallentare brano chitarra elettrica
Up Next:

Come rallentare un brano. Finetunes, la migliore applicazione!

Come rallentare un brano. Finetunes, la migliore applicazione!