Blues Junior Fender, tra l’american e il british sound con qualità!

Blues Junior Fender, tra l’american e il british sound con qualità!

Home » Suoni della chitarra elettrica. » Blues Junior Fender, tra l’american e il british sound con qualità!

Blues Junior Fender, un ampli tra States e Inghilterra!

Il Fender Blues Junior è un amplificatore combo valvolare da 15 watt con uscita a 8 ohm. Combo significa che amplificazione e altoparlante convivono nella stessa “scatola”, che in questo caso è open back, cioè aperta sul retro. Il cono, l’altoparlante, lo speaker chiamatelo come volete è da 12 pollici.

La Fender ha prodotto negli anni varie serie di questo amplificatore, portando ad ognuna alcune modifiche. Attualmente siamo alla terza versione. La terza è quella che è più cambiata, mantenendo comunque il sound e le caratteristiche originali. Alcuni upgrade sono prettamente estetici. Per ogni serie esistono alcune varianti, la cui differenza è il cono, sempre da 12″ ma anziché essere quello stock (marchiato Eminence per Fender) è un cono di terze parti. Le varianti sono ben riconoscibili a colpo d’occhio grazie alla differenza di colore dell’amplificatore. La versione standard è nera.

fender blues junior amplificatore

Il Fender Blues Junior è un amplificatore monocanale. È dotato però di un pulsante Fat Switch (attivabile anche con switch a pedale) che vi permette di boostare il preamplificatore, dargli una bella botta e spingervi fuori negli assoli o per avere un suono leggermente più compresso, con più gain e sustain.

Iscriviti al canale YouTube.

Ricordati di attivare le notifiche!

Sul pannello dei controlli troviamo:

  • l’ingresso per la chitarra,
  • l’interruttore di accensione
  • un equalizzatore passivo a tre bande Bass, Middle, Treble (Bassi, Medi, Alti),
  • il controllo del riverbero (a molla)
  • il Volume che lavorando in preamplificazione gestisce la quantità di gain, di saturazione del pre.
  • il Master Volume lavorando post stadio di preamplificazione gestisce il volume dell’amplificatore.
  • il pulsante Fat Switch che vi ho descritto sopra.
fender blues junior fat switch
Fat Switch

Come suona il Fender Blues Junior?

Nonostante si chiami Fender, la sonorità prodotta da questo amplificatore non è il tipico American Sound che ci aspetteremmo, è un po’ più British! Dovuto forse alla scelta delle valvole finali, due EL-84, che sono più tipiche degli amplificatori Marshall. Se non avete pregiudizi e non siete puristi del suono Fender date più di una possibilità al Blues Junior!
Il suono è ricco, dinamico e caldo orientato verso le frequenze medie che permette una buona uscita dal mix di band. Grazie ai controlli di Volume e Master Volume possiamo far saturare l’amplificatore senza bucarci i timpani. Sono “solo” 15 watt ma urlano. Per sentirlo non vi resta che guardare il video.

Il video che trovi a inizio articolo è relativo alla versione stock del Blues Junior seconda serie.

fender blues junior ii

Cosa ci puoi suonare?

Con il Blues Junior puoi suonarci di tutto. Il nome Blues non tradisce le aspettative. È un amplificatore nato per il Blues e il Rock classico da usare nel modo più semplice chitarra, cavo, ampli e via, ma digerisce qualunque pedalino gli mettiate davanti in maniera eccellente. Quindi nessun genere vi viene precluso.
Ecco se cercate dei perfetti puliti cristallini ad alto volume i suoi 15 watt possono risultare pochini, pochi watt si traducono in una headroom minore. Headroom è la capacità di un amplificatore di mantenere il suono privo di saturazione ad alti volumi.

Il mio suono base è un clean già leggermente saturo. E questo ampli mi permette di ottenerlo molto facilmente. Se anche a voi piace questo punto di partenza, provate il Blues Junior!

fender blues junior eq

Il Blues Junior va bene per casa, in sala prove, e live?

Si, si, si. Il Blues Junior per certi versi è anche fin troppo per casa. Se in casa pretendete di usare le stesse regolazioni da sala prove o live è fin troppo. Se invece studiate delle regolazioni “casalinghe” è perfetto. Perfetto per studiare, per registrare. Così come risulta sempre adatto in sala prove e live, dai piccoli locali ai palchi più grandi, anche all’aperto. Tenete conto che su palchi grandi o in occasioni all’aperto il vostro ampli che sia da 15 o 100 watt verrà sempre microfonato.

Iscriviti alla Newsletter!

Mi prendo cura della tua email.
Odio lo spam quanto te!
La mia filosofia di Newsletter.

fender blues junior settings

Quale versione acquistare?

Il mio Blues Junior è la versione standard della seconda serie. Dopo 4 anni di utilizzo ho cambiato il cono stock con un Jensen C12N, il cono montato da Fender nella versione Tweed. Il cambio del cono non modifica il suono del Blues Junior e il suo modo di lavorare, enfatizza più o meno alcune frequenze. Quindi se avete occasione provate versioni diverse con coni diversi così da trovare quella che preferite.

Un semplice consiglio.

Prima di cambiare il cono avevo pensato di acquistare la versione Tweed. Riflettendo, ho poi mantenuto il mio Blues Junior e acquistato il solo cono montato sulla Tweed. Ho speso meno e ho mantenuto la possibilità di tornare indietro nel caso il risultato non mi avesse soddisfatto! Quindi se trovate una buona occasione sul mercato dell’usato non state li troppo a pensarci se non è quella con i Greenback o i Jensen, portatela via!

Questo post non è in alcun modo sponsorizzato dal produttore. È un prodotto che ho acquistato, provato e di cui sono soddisfatto.

Ti è piaciuto questo articolo?

Fammelo sapere! Con un like alla pagina facebook o condividendo l’articolo sul tuo social network preferito, mi aiuti così a far crescere questo blog. Grazie!

…e se hai qualcosa da dire, puoi lasciare il tuo commento qui sotto!

  1. Ciao e complimenti per l’articolo molto ben fatto. Ho un blues junior III, il suono è davvero bello. Non mi trovo però con la tua affermazione circa il fatto che digerisce bene i pedali. Su questo aspetto ho invece dei problemi. Ho comprato un MXR Il Torino (120 €) ed un Tone City Model M (85 €) ma entrambi suonano “male”. Ne esce fuori un suono sottile, senza “botta” con un tono “brutto”, non so come dirti. Il cono sembra emettere crepitii e pernacchie, invece che pompare aria. Ho provato anche un Boss Blues Driver, niente! Io non sono un esperto e quindi non riesco a capire quale possa essere il problema. Ho anche pensato che l’ampli possa avere un problema tecnico, anche se da solo suona benissimo. O forse tutto dipende dal fatto che suono in casa e quindi il volume è basso. Uso sia una Les Paul che una Tele.
    Cosa ne pensi? Hai qualche consiglio da darmi? Tu che hai quest’ampli, quali pedali hai provato che suonano “bene”. Per le distorsioni cerco un suono stile AC-DC o Slash (per questo ho preso il Tone City, che dovrebbe emulare una Plexi), mentre per il blues mi basta da solo oppure con l’MXR (credevo). Grazie e complimenti ancora.

    1. Ciao Salvatore. Dunque i pedali da te citati non gli ho mai provati, quindi non ho idea di come dovrebbero suonare, ho ascoltato le demo sul web ma faccio poco affidamento. Quello che posso dirti è che trovo davvero il blues junior suonare bene con tanti pedali, e ne ho provati molti economici e più costosi. Prova a utilizzarli i tuoi pedali con meno gain e più volume, come a voler spingere l’ampli in saturazione e non per dargli un suono già saturo e prima di fare questo regola l’ampli in modo che il suono pennando forte sia già un buon crunch. Prova a usarli così e dimmi come ti trovi che risultati hai. Ad ogni modo per fare bene i suoni e far rendere il tuo blues junior con suoni più cattivelli, master e volume vanno tirati un po su. Se hai occasione portalo in saletta prove dove puoi giocare con il volume vedrai che le cose cambiano.

      Per il sound che vuoi ottenere io ho utilizzato per anni, anche con il blues junior, il carl martin Plexitone, sia la versione grande che singolo pedale – da qualche anno è uscita anche una versione singolo pedale low gain, però non l’ho mai provata. Sono pedali che non costano poco però suonano!

      Spero di averti aiutato, nel caso scrivimi ancora e fammi sapere come hai risolto! Ciao, Ema.

      1. Provo a seguire il tuo consiglio di usare basso gain ed alto volume sul pedale. Di solito tendo a fare il contrario, in modo da usare la distorsione del pedale e non quella dell’ampli, infatti sull’ampli tendo a usare basso gain, proprio per sentire il carattere del pedale, che l’ampli si “limita” a riprodurre.
        Tu invece consigli di saturare l’ampli. Ci provo, anche se temo che i volumi necessari siano proibitivi a casa.
        Ho la possibilità di provare il Plexitone di un amico. Ti aggiorno.
        Intanto molte grazie

        1. Ciao, ti dicevo di far saturare l’amplificatore perché ho fatto caso che alcuni pedali, tipo il boss ds-2, lavorano meglio su di un suono già in saturazione, anche leggera, rispetto a un suono clean, perlomeno sul blues junior rende meglio così.

          Nel caso in casa non riuscissi a spingere con il volume per ovvi motivi di buon vicinato, prova a tenere basso il master del blues junior e tirare su il controllo volume sempre dell’ampli, ottieni sempre un suono più saturo, più di pre-amplificatore che di finale. Vedi come reagiscono così.

          Il consiglio che ti posso dare poi è quello di fare i suoni al volume che devi usarli. Non so se suoni solo a casa o anche in una band. Nel caso prenditi una saletta un’oretta e dedicati a fare i suoni al volume da sala prove o live. Il blues junior, così come tutti gli ampli valvolari cambiano il loro comportamento in base al volume a cui sono utilizzati, di conseguenza anche i pedali che piazziamo davanti suoneranno diversamente. Ciao. Ema

          1. Allora, ho chiesto aiuto ad un mio amico, bravo chitarrista ed esperto (al contrario del sottoscritto).
            Abbiamo provato diversi pedali con diverse regolazioni….. niente! Con i soli a singole note si tira fuori qualche suono accettabile, con i power chords e le ritmiche crunch…. un disastro. Anche lui conviene che suonano “male”. Vuole provare gli stessi pedali col suo Brunetti Maranello, a diretto confronto con il Blues Junior. Io preferirei il confronto con un altro Blues Junior in modo da escludere difetti nel mio, visto che ormai ho la fissa che abbia qualche problema, valvole, cono o altro (ha poco più di un anno di vita). Mi pare curioso che quattro pedali suonino tutti “male”. Del resto, volendolo portare da un tecnico, non saprei che difetto lamentare, visto che da solo suona una bellezza. Forse semplicemente il Blues Junior non è adatto a tirar fuori suoni alla AC/DC o Slash. O forse non ho trovato il pedale giusto. Su questo forse puoi aiutarmi. Quali pedali hai, o hai avuto, che sono adatti, col Blues Junior, a tirar fuori quel genere di suoni? Ormai ho paura a comprare pedali a scatola chiusa temendo di ottenere lo stesso, pessimo, risultato degli altri. Infatti stavo per ordinare il Super Plexi di Formula B, di cui ci sono video con suoni bellissimi, ma ho desistito. Ho anche pensato al digitale….. o ad un altro ampli.
            Grazie e complimenti per i tuoi articoli, li trovo molto interessanti.

              1. Ciao Salvatore. Trovo strano che tu non riesca a tirare fuori dei bei suoni con pedali davanti al blues junior. Potresti indicarmi quali pedali hai utilizzato?

                Io utilizzo prevalentemente overdrive. L’unico distorsore è che uso, nel tributo hai red hot, è il Boss DS-2. Uso il boss con ampli già in leggera saturazione ed è una bellezza.

                Per il resto utilizzo, o ho utilizzato con ottimi risultati: Boss Blues Driver mod keeley – Carl Martin Plexitone a pedale singolo – Joyo vintage overdrive, Digitech Bad Monkey, Brunetti Taxi Driver, Mxr Micro Amp, Ibanez TS9. Keeley Dark Side, Hottone Fury Fuzz.

                Ne ho provati molti altri con il blues junior. L’elenco sopra sono i miei pedali.

                Alla fine però quelli che ho sempre sotto i piedi a seconda delle necessità (non mi piace avere pedaliere esagerate) sono: Mxr Micro Amp, Digitech Bad Monkey, Blues Driver, TS9.

                Nulla da dire, il suono che danno non è certo innovativo ne originale però funzionano bene.

                Non so di che zona tu sia dell’Italia, io vivo zona Monza. Per ogni dubbio, necessità, acquisto o problema ho trovato nel negozio Ghisleri di Bergamo la massima disponibilità. Hanno un laboratorio interno dove fanno riparazione agli ampli. Di blues junior ne avranno visti a centinaia. Se puoi fai un giro da loro portandoti il tuo ampli, vedrai che non avranno problemi a farti provare tutti i pedali che vuoi. E ovviamente a indicarti se il tuo ampli ha un problema oppure no. Nel caso non sia per te comodamente raggiungibile questo negozio fai una chiamata magari possono darti qualche consiglio comunque. (non è una promozione di quel negozio la mia, è proprio un consiglio, perché ci vado da anni e mi sono sempre trovato bene)

                Posso chiederti che serie è il tuo blues junior? 1a – 2a – 3a ?

                1. I pedali da me provati sono: MXR Il Torino; Tone City Model M (questo doveva fare i suoni plexi), Boss Blues Driver (standard), Mooer Hustle Drive (clone del Fulltone Ocd). L’ampli è una serie III Laquered Tweed, quello col cono Jensen. Non cerco suoni innovativi, anzi, cerco i classici per blues ed hard rock (per questi ultimi leggi AC/DC e Slash). Purtroppo sono ad un migliaio di km. di distanza….. vivo a Reggio Calabria.

                  1. Ciao, non saprei che dire. Trovo proprio strano. Tra l’altro alle mie orecchie il tuo modello di blues junior è quello che più mi è piaciuto della terza serie, che poi mi ha spinto a montare il jensen sul mio. Mi spiace non riuscire ad aiutarti di più. Non sono un tecnico nemmeno io. Come te baserei il giudizio sulle mie orecchie. Se hai un negozio dalle tue parti che magari ha a disposizione altri blues junior proverei a portarlo li con i tuoi pedali per fare un confronto.

                    1. Grazie, mi sei comunque stato molto utile.
                      Ora so che il BJ può tirare fuori dei buoni distorti col pedale giusto.
                      Proverò qualcuno dei pedali che mi hai suggerito (dato che so che sul tuo suonano bene) e vedo cosa succede (ho la possibilità di provare il Plexitone Carl Martin). Se suonano “bene” allora la colpa è dei miei pedali. Altrimenti lo porto al negozio dove l’ho preso, in modo di fare una prova a confronto con un altro esemplare.
                      Mi pare però strano che abbia difetti tecnici. Il pulito è meraviglioso, ieri sera solo con un po’ di riverbero mi sono deliziato le orecchie, ha un suono caldo, corposo.
                      Ti aggiorno.
                      Grazie ancora.

  2. “Prima di cambiare il cono avevo pensato di acquistare la versione Tweed. Riflettendo, ho poi mantenuto il mio Blues Junior e acquistato il solo cono montato sulla Tweed. Ho speso meno e ho mantenuto la possibilità di tornare indietro nel caso il risultato non mi avesse soddisfatto! Quindi se trovate una buona occasione sul mercato dell’usato non state li troppo a pensarci se non è quella con i Greenback o i Jensen, portatela via!”

    il jensen quindi non va bene? non ho capito cosa volevi dire

    1. Ciao Gigi! Il Jensen va alla grande! Mi piace un sacco come suona! Infatti è montato da quando è arrivato e non credo verrà mai sostituito!

      Nel post intendevo dire che anziché cambiare il mio blues junior con cono standard per prendere la versione tweed con cono Jensen, ho trovato più conveniente anche economicamente acquistare solo il cono Jensen. Questo mi ha permesso, qualora il risultato con il Jensen non mi avesse soddisfatto di tornare al cono standard, se invece avessi venduto il mio Blues Junior acquistando la versione Tweed non sarei poi potuto tornare indietro a costo zero. Ora ho il mio Blues Junior con Jensen montato. Se un giorno avessi necessità di tornare al suono con il cono standard posso sempre farlo!

      Spero di essermi spiegato meglio a ora! Ciao Ema!

  3. Ciao mi chiamo Luca, ho 16 anni, a breve farò il mio primo live, cosa ne pensi del Pro Junior, pensi che possa bastare per i live? Da poco è uscita la quarta serie degli Hot Road.

    1. Ciao Luca, piacere di averti qui sul blog! A me piace molto il Pro Junior, è un po’ meno flessibile e gestibile rispetto al Blues Junior, proprio perché manca di controlli. Non ha un master volume, quindi scordati di usarlo già in saturazione a bassi volumi, inoltre ha un solo controllo di tono per rifinire il suono! Però a me piace moltissimo comunque, il suono è quello senza fronzoli! 15 watt per quel tipo di ampli dovrebbero bastarti eccome! Per quanto riguarda il mio blues junior avanzano! Guarda questa video recensione su youtube è fatta davvero bene e ti fai una idea delle differenze tra blues e pro junior! https://www.youtube.com/watch?v=g8GJKu50yxQ&t=318s

      Un consiglio, se il tuo primo live è tra pochi giorni o settimane, suona con quello che hai sempre suonato fino ad ora! Dopo il live, prima della prossima esibizione hai tutto il tempo per cambiare ampli!

      …psss..non voglio fare il saccentello, ma la serie si chiama Hot Rod, non “hot road” 😉

      Ciao e imbocca al lupo per il live! \m/ rock’n’roll!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

okko cocaine compressore boost preamp
Prossimo articolo:

Okko Cocaine. Compressore, Booster. Esalta e rifinisci il tuo suono!

Okko Cocaine. Compressore, Booster. Esalta e rifinisci il tuo suono!